Il tatuaggio giapponese è chiamato anche Irezumi, parola che deriva da ‘irenu’ ovvero inserire e ‘sumi’ ovvero inchiostro. Dunque Irezumi significa letteralmente ‘inserire inchiostro’.

ll tattoo giapponese affascina con i suoi soggetti enormi e colorati che richiamano figure ed elementi della cultura tradizionale nipponica. Figure umane ed animali, esaltate da riempimenti neri e grigi e da decorazioni che includono soggetti naturali come foglie, fiori di ciliegio, elementi marini ed onde.

 

tatuaggio tradizionale giapponese

 

Le origini dell’Irezumi o tatuaggio giapponese

Le origini del tatuaggio giapponese vengono fatte risalire attorno al 5000 a.C., data attribuita ad alcune statuette di argilla che presentano dei volti tatuati. Tuttavia, lo stile Irezumi così come lo intendiamo oggi, inizia a svilupparsi solo tra il 17° e il 19° secolo con la diffusione dell’arte e della stampa xilografica. I primi tatuaggi avevano una funzione di protezione spirituale e raffiguravano figure umane coraggiose ed affascinanti. Coloro che possedevano tatuaggi erano perlopiù contadini, operai ed in generale soggetti appartenenti a classi sociali ritenute inferiori, questo contribuì nel tempo a connotarli negativamente. I tatuaggi erano associati ad uno status sociale basso, concepiti in maniera negativa ed addirittura vietati per i giapponesi. Questo divieto non toccava però i viaggiatori, quindi gli artisti iniziarono a tatuarli: erano soprattutto i marinai a prestarsi all’esecuzione dei tatuaggi e viaggiando per mare diffondevano l’arte giapponese nel mondo, accrescendo l’importanza di questo stile.

 

Le caratteristiche

Nei tatuaggi Irezumi nulla è lasciato al caso: dettagli e particolari sono curati con minuzia, riflettendo la ricerca della perfezione e della bellezza della cultura nipponica. Dalla scelta dei soggetti, agli abbinamenti, fino alla posizione: tutto è studiato per conferire al tattoo un significato personale e profondo.

 

I soggetti

I soggetti del tatuaggio giapponese sono moltissimi: figure umane, animali e naturali colorate e di grandi dimensioni.

Tra i soggetti animali più comuni annoveriamo la carpa koi, la tigre, il drago, la fenice e il cane di Fo. Altri soggetti apprezzati sono Samurai, Demoni, fiori di ciliegio e di loto. Ognuna di queste raffigurazioni è associata a significati precisi e spesso profondi.

Nel tattoo giapponese il contrasto tra sfondo e soggetti principali è molto netto. Questi ultimi sono caratterizzati da colori molto saturi ed uniformi, spesso senza la presenza di sfumature nelle figure principali. Solo sullo sfondo sono presenti dei riempimenti di grigio/nero che non sono tuttavia vere e proprie sfumature.

 

L’esecuzione tra tecniche antiche e moderne

Da tradizione giapponese gli Irezumi vengono effettuati senza l’utilizzo della macchinetta, utilizzando la cosidetta tecnica tebori. Essa consiste nel realizzare il tatuaggio a mano per mezzo di una bacchetta di bambù che presenta degli aghi disposti in file alla sua estremità. Si tratta di una tecnica molto antica, tramandata da maestri di grande esperienza ai loro allievi.

Ai giorni nostri, sono tuttavia molti i tatuatori che hanno optato per la realizzazione degli Irezumi con la macchinetta. Questo per migliorare i tempi, la pulizia e la percezione del dolore da parte dei clienti. Generalmente, i soggetti degli Irezumi vengono trasferiti con lo stencil, mentre le decorazioni vengono disegnate a mano libera.

Per quanto riguarda l’utilizzo degli aghi, mentre in passato si utilizzavano Round Liner allargati con il riscaldamento, oggi la maggioranza dei tatuatori si affida ai Round Shader, ritenuti più pratici oltre che economici.

 

 

0 233

Staff TattooForm.it

websitefacebookinstagram

La scuola di tatuaggi TattooForm è specializzata in corsi per tatuatori su Milano e ha raccolto migliaia di recensioni e feedback assolutamente positivi da tutti i suoi corsisti. Il nostro motto è la soddisfazione completa del cliente prima ancora dei nostri interessi.